Vivo un periodo davvero sfidante. Lavoro da casa con i bimbi che “cantano” e i pannolini da cambiare che scandiscono le ore. La ritmica lavorativa è cambiata. Quello che alcuni chiamano smartworking, io preferisco definirla esperienza formativa intensiva“. Nelle situazioni difficili che ho incontrato, uso ricordarmi un motto che mi ha sempre aiutato a guardare oltre l’ostacolo: “se non vedi il futuro, crealo!”. Per questo nei prossimi giorni dedicherò del tempo a scrivere e a telefonare ad amici e conoscenti, perché in queste settimane complicate, scambiarsi il modo in cui ognuno vive questa fatica è un’occasione unica di formazione professionale, e di vicinanza reciproca.