Cerca

Diego Marchiori

Sursum corda!

Categoria

lettera politica

Plebiscito popolare veneto

Lettera Numero: 697 Il popolo Veneto rende giustizia alla grande truffa subita nel 1866 quando venne annesso al Regno d’Italia e con un plebiscito storico chiede a Roma di darle ciò che gli spetta: l’autonomia. Lo chiede nel solco del... Continue Reading →

Referendum per l’autonomia ed elezioni politiche

Lettera Numero: 121 Con la fine di agosto termina anche la pausa estiva delle attività del Comune. Finalmente si riparte. Vero è che la politica non si è fermata del tutto tra nomine agli Enti partecipati e focus sulla sicurezza... Continue Reading →

C.d.a. e presenza femminile a Verona

Lettera Numero: 120 Dopo settimane di trattative comincia a delinearsi il quadro delle nomine nei c.d.a. dei rappresentanti del Comune di Verona negli Enti partecipati. Per Amia ed Acque Veronesi, salvo dimissioni, bisognerà aspettare l’anno prossimo. Il sindaco ha affermato di essersi... Continue Reading →

I cattolici al ballottaggio

Lettera Numero: 116 Il Vescovo di Verona si è espresso sul ballottaggio di domenica 25 giugno. Intervento conciso, preciso, pragmatico che i cattolici, specie quelli tentati dalla scheda bianca, dovrebbero leggere. Il Vescovo guarda in faccia i veronesi e vede... Continue Reading →

Globalisti e Sovranisti

I globalisti accusano i sovranisti di far leva sulle paure più recondite, i sovranisti accusano i globalisti di opprimere i popoli. Ma sono queste le due nuove categorie su cui bisogna ragionare

La piramide rovesciata

Ogni anno siamo tempestati di notizie sulla festa della donna che il calendario globalista festeggia l’8 marzo. La novità è che alcuni movimenti femministi che si sono già resi protagonisti delle proteste anti-Trump hanno invitato le donne di tutto il... Continue Reading →

Transumanismo: un pericolo

La modernità sta morendo. Forse ciò che ora si chiama post-modernità sarà ridefinito nel tempo del robo-umanismo o  del transumanismo. L’argomento per ora interessa ancora pochi. I più sono distratti.  Ma il futuro ci sta già mandando segnali evidenti Nei prossimi... Continue Reading →

La mia azienda chiude: grazie Renzi!

La mia azienda chiude. Il sogno di mio padre svanisce. L’avidità dello Stato e la miopia di governanti inetti ha vinto. La qualità non ha pagato. Essere rimasti onesti non è servito. Altre persone senza stipendio. In Italia non c’è futuro. Non è giusto.

Elogio del muro

La retorica del muro simbolo di divisione tra uomini sembrava caduta nel 1989 con il muro di Berlino e del blocco sovietico, sostituita da un’altra retorica, quella delle “società aperte”. Ma negli ultimi anni l’emblema di divisione si è ripresentato sotto altre forme.

Blog su WordPress.com.

Su ↑